lunedì 31 gennaio 2011

Dremel-izzo

Dremel-izzo, si, ho coniato un nuovo verbo... da quando ho il Dremel mi è presa l'insana voglia di dremelizzare qualunque cosa... ma come al solito me la sono presa comoda, per tanti motivi, primo fra tutti: io ho i miei tempi! Se mi accingo a realizzare delle cose nuove, per di più con strumenti nuovi, ho bisogno di tempo per interiorizzare meccanismi e procedimenti, non so buttarmi senza aver fatto delle prove, senza capire fino in fondo cosa voglio ottenere.
Per la mia avventura, armata di Dremel e di lamina di rame, sono partita da cose molto semplici, che però hanno già reso interessante e pieno di soddisfazioni il cammino intrapreso. Passare dal filo alla lamina da' interessanti prospettive: permette di spaziare con nuove consistenze e forme piene, permette di sperimentare finiture e di affinare il senso della materia...


Questi orecchini sono un esempio: forme piene, finitura, tutto è stato lavorato con pazienza e in più passaggi fino ad ottenere questa forma Primitiva. Un semplice rettangolo, il lavoro del martello, del fuoco, della carta vetrata, due piccoli luminosi cristalli.

Sono entusiasta dell'aspetto rustico e insieme delicato del risultato: è affascinante cogliere la materia nei suoi cambiamenti di colore e consistenza, gli effetti della luce sulle superfici, l'effetto apparentemente casuale della curva che il martello ha impresso al metallo.

Inutile dirvi quanto sia elettrizzata dalle nuove possibilità creative che si aprono davanti a me! penso si veda e si legga dalle mie parole... Primitiva è già su Artesanum.

mercoledì 26 gennaio 2011

Lavorare il filo metallico: il filo

{Questo post non sarà una novità per chi mi legge assiduamente, ma solo una versione ampia di una risposta che ho già dato molte volte}

Sempre più spesso sia via mail che su Facebook mi sento rivolgere la stessa domanda: "Che spessore ha il filo che lavori?". Tantissime volte ho risposto che non c'è un unico spessore con cui lavorare e che tutto dipende da cosa si vuole fare e di sicuro anche dal proprio gusto e dal proprio modo di lavorare, ma sembra che chi riceve la risposta non sia mai soddisfatto... Credo che alla base ci sia la voglia di ottenere tutto e subito, senza sforzarsi di capire meglio da soli, attraverso la propia esperienza, cosa funziona meglio per noi. In secondo luogo le reiterate domande sullo spessore del filo mi fanno capire che chi me le pone non ha mai lavorato con un filo metallico. Basta tenere una volta in mano un filo di rame cotto da 0.6 mm di spessore per capire che non andrà mai bene per farci un pendente o una monachella o un link. Dunque è ancora più difficile poter dare spiegazioni.


Innanzi tutto diciamo che non tutti i metalli sono uguali, che ognuno ha una diversa consistenza che dipende da diversi fattori: la lega di cui è composto, il trattamento termico che può aver subito, l'eventuale presenza di una placcatura (cioè di un sottile strato di un altro metallo che ne ricopre la superficie), l'eventuale presenza di un trattamento anti-ossidazione, lo spessore.
Solo avendoli fra le mani si può cominciare ad avere un'idea del loro comportamento, e solo lavorandoli si può capire fino in fondo cosa possiamo aspettarci da quel particolare tipo di filo. Anche perchè certe specifiche dei metalli, come il grado di incrudimento o di cottura, nei materiali in vendita in Italia (tranne se ci rivolgiamo a ditte che trattano i metalli industrialmente) non ci è dato sapere. Nella maggior parte dei casi si tratta di filo cotto, abbastanza facile da lavorare e da manipolare. Per capire meglio di cosa sto parlando vi rimando ad un post di qualche tempo fa che parlava del comportamento del metallo.
Poi bisogna considerare il materiale che abbiamo fra le mani: l'ottone non è uguale al rame o al bronzo o all'argento.  Inoltre bisogna considerare cosa vogliamo fare con il nostro filo: vogliamo fare delle forme libere? vogliamo lavorarlo col martello? vogliamo creare dei componenti? vogliamo usare la tecnica del wire wrapping? Ogni tipo di lavoro richiede degli spessori diversi, ma molto dipende anche dalla perizia di chi lo esegue. Per imparare a lavorare con qualunque tecnica vi interessi partite da un filo facile da lavorare come il rame cotto, in spessori facili da manipolare. Quando avrete acquisito sicurezza nei movimenti e confidenza con la tecnica allora potrete passare a spessori più consistenti.
Altra cosa molto importante è l'uso di strumenti adeguati. Non posso lavorare un filo da 2 mm. con le stesse pinze che mi servono per il filo da 0.5 mm senza rovinare le pinze o il filo. Così come non posso pensare di ottenere dei lavori "puliti" e dalla finitura perfetta se non uso un blocchetto e un martello dalla finitura a specchio, e senza poi fare un adeguato lavoro di rifinitura.
Per finire, ma solo per il momento, vorrei condividere con voi una considerazione che ritengo fondamentale: l'esperienza che ho fatto in questi anni, le letture e l'aiuto dell'esperienza di abili artigiani che per fortuna hanno voglia di condividere le proprie conoscenze, mi hanno insegnato che accostarsi ad un lavoro manuale richiede pazienza e molta umiltà. Non si deve avere fretta di fare, di avere tutto e subito, perchè la conoscenza si sedimenta dentro di noi attraverso l'esperienza e per accumulare esperienza (soprattutto se questo è il nostro hobby) ci vuole tempo e lavoro, sbagli, impegno, voglia di studiare e di imparare. Forse lavorando vi stuferete, perchè non otterrete risultati immediati, perchè vi richiederà troppo tempo, perchè non avrete un immediato ritorno. Oppure vi capiterà di innamorarvi di quello che fate, di cominciare a vederlo come parte integrante della vostra vita...

Se avete un po' di tempo provate a leggere questo contributo davvero ricco e interessante sull'artigiano e l'artigianato, di Mario Cesari (Pennabilli.org)

lunedì 24 gennaio 2011

Orecchini One Piece Flower

Sto ancora esplorando il tema del fiore, e lavorando sono arrivata a questo: l'orecchino fatto in un solo pezzo compreso il gancio... Visto che non saldo mi ingegno in un altro modo!


Come sempre rame anticato e completamente lavorato a mano, e in più una goccia in vetro sfaccettato, trasparente ma con riflessi un po' iridiscenti, che in foto non si vedono granchè, purtroppo!
Magari li avete sbirciati anche di là, ne vederete altri prossimamente, altre varianti anche in materiali diversi. Mi intriga questa realizzazione di un orecchini in un unico pezzo, da' moltissime possibilità espressive e si traduce in un oggetto molto solido, che è bello tenere in mano!

venerdì 21 gennaio 2011

Antique Jewelry University, per saperne di più

Non avrei mai pensato che esistesse un sito come Antique Jewelry University, eppure avrei dovuto saperlo... perchè la condivisione delle risorse è una mia passione e ieri quando mi sono imbattuta in questa incredibile messe di informazioni tutte riunite in un unico posto mi sono detta che era proprio quello che avrei voluto trovare!
Quando mi appassiono ad un argomento per me è importante avere tante fonti di informazione, poter capire e imparare cose nuove... La storia, gli stili e le epoche della gioielleria si ritrovano su questo bel sito davvero molto ricco in cui vi perderete, fra informazioni e immagini ci sono migliaia di pagine da leggere e ammirare.
Lo stile e la formula usata è la Wiki, che rende estremamente semplice accedere alle informazioni, divise per grandi categorie (Enciclopedia, Forum, Immagini, Biblioteca, Calendario): immaginate di entrare in un grande spazio, con libri interi, articoli, notizie su mostre e musei, tutto facilmente accessibile e consultabile.
L'enciclopedia presenta dati, cenni storici, articoli di approfondimento sulla gioielleria antica e d'arte, la gemmologia, biografie di famosi gioiellieri, tecniche di lavorazione.
La biblioteca contiene interi libri e recensioni, non solo direttamente caricati sul sito, ma anche con links diretti alle digitalizzazioni nei musei di tutto il mondo.
E per finire un interessante calendario con le mostre che hanno come tema il gioiello, l'arte orafa, la gemmologia in tutto il mondo, con links diretti ai musei o alle mostre virtuali.

Quanto è moderna nelle fome e nei colori questa collana bizantina?

mercoledì 19 gennaio 2011

Addi express e il ragalo last minute

Avevo pochissimo tempo e un regalo da preparare... cosa fare? come rimediare? Avevo in mente di fare questo scaldacollo a mano, tanto coi ferri circolari e la lana grossetta mi sarebbe bastata (ai miei ritmi da bradipo) circa mezza giornata... ma non avevo mezza giornata!
E allora tiro fuori la mia Addi Express e in men che non si dica (15 minuti di orologio...) lo scaldacollo era pronto!


C'è voluto più tempo a rifinirlo e a metterlo leggermente in forma che a farlo. Per decorarlo ho usato un lungo i-cord fatto a mano con al centro un fiore e una perlina in feltro. Il regalo di Natale last minute era pronto...


Usare questa macchina è proprio semplice, ed è perfetta per piccole cose come questa... il tempo risparmiato si può dedicare alla cura dei particolari e delle rifinuture.

Per altre informazioni sulla Addi Express potete contattare la mia amica Clara Negri: clara.zor@tin.it e leggere questo post di qualche tempo fa.
Se siete a Milano e dintorni un'altra amica, Silvia Romani, nel suo Centro Olistico, organizza un corso base per l'uso della Addi, completamente gratuito, domenica 23 gennaio di cui potete leggere qui.

lunedì 17 gennaio 2011

Spilla da scialle Armonia argento

I miei colori preferiti sono i colori caldi... amo le sfumature del rame e il fatto che col tempo cambi colore ma diventi ancora più bello è una cosa che mi affascina molto. Come molte di voi sono partita creando bijoux in metallo argentato, ma poi mi sono totalmente convertita ad altri materiali trascurando un po' l'argento.
Da quando ho gli strumenti giusti per lavorare a modo mio, e cioè usando sempre pochi componenti acquistati e creando da me forme e componenti ad hoc, ho ricominciato con soddisfazione ad utilizzare il filo placcato argento e anche l'argento sterling. Ne vedrete sempre di più fra le mie cose...
Intanto vi presento la versione in argento indiano della spilla Armonia. Un filo ben coriaceo da lavorare ma alla fine il risultato mi piace molto.


Al centro ho montato delle piccole perle di fiume grigie, un po' perchè stavano davvero bene, un po' per bilanciare meglio la struttura.


E' la prima novità che trovate da oggi su Artesanum, si rinnova un po' tutta la vetrina: vedrete sparire molte cose per far posto via via alle nuove. Ah! dimenticavo di dirvi che per il momento questa spilla è unica...

venerdì 14 gennaio 2011

Rivetti e cold connections

Si chiamano cold connections tutte quelle giunzioni di materiali (metalli in primo luogo, ma non soltanto) effettuate a freddo, senza l'uso di cannelli a gas e medium per saldature. Principalmente si ottengono grazie a dei piccoli pezzetti di tubo di metallo oppure delle specie di chiodi che si chiamano rivetti. Ma non è necessario avere per forza dei rivetti, è possibile anche farseli da soli grazie a pezzetti di filo metallico appositamente lavorati per ottenere una "testa", come ci viene spiegato molto bene in questo video offerto da FireMountain Gems


In quest'altro video offerto da Beadaholique viene spiegato in modo chiaro come usare i rivetti classici per unire diversi strati di metallo insieme:


Trovate un articolo molto chiaro e interessante sull'uso dei rivetti su Jewelry making daily, che risponde ad alcune domande fondamentali.
E infine se siete curiosi di vedere qualche esempio di cold connections trovate un gruppo su Flickr tutto dedicato a questo metodo:
Cold Connections group on Flickr

mercoledì 12 gennaio 2011

Perline in saldo 2011

Come già ho fatto lo scorso anno vi segnalo le varie vendite speciali che molti negozi online fanno nel periodo subito successivo alle feste. C'è chi la chiama semplicemente Sale, chi Midwinter Sale o January Sale, comunque in pratica si tratta di moltissimi articoli a prezzi ottimi, con la scelta che purtroppo (lo so, mi ripeto...) possono offrirvi soltanto i siti stranieri.
Partiamo da Beads Direct, che offre ottimi prezzi su un numero selezionato di articoli, principalmente pietre dure in cui il sito inglese è specializzato, qualche elemento Swarovski, qualche vetro e poca minuteria. Altri articoli sono stati appena aggiunti alla svendita raggiungendo quasi 400 prodotti scontati.


Per passare poi a  Empire Beads, altro sito inglese i cui prezzi, già molto convenienti, sono scontati del 15% per un periodo limitato di tempo, fino al 31 gennaio.


E infine vi segnalo il sempre fornitissimo Perles&Co che proprio oggi, e fino al 26 gennaio, inizia a proporre sconti anche molto consistenti (oltre il 50%!) su moltissimi prodotti. In questo momento non è ancora stata aggiornata la pagina delle promozioni, sicuramente lo faranno in giornata, ma gli sconti sono già presenti categoria per categoria. Non so di preciso di quanti articoli si tratta ma vi ricordo che l'anno scorso erano oltre 5000 articoli! Si tratta di 7840 articoli!!!


Da questi saldi rimangono fuori i negozi online italiani, che a parte qualche eccezione raramente li propongono. Volutamente non vi cito i negozi americani che pure in questo periodo fanno degli sconti ottimi, ma che io di solito non frequento, sia per via della spedizione che dell'incognita dogana. In ogni caso se dovesse interessarvi acquistare oltreoceano sappiate che troverete offerte succose anche lì!

lunedì 10 gennaio 2011

Aria di nuovo: sperimentare nuove forme

Nel periodo precedente alle feste, in qualche ritaglio di tempo, ho cominciato a provare delle cose nuove che tra poco riempiranno la mia vetrina e che vi presenterò con dovizia di particolari.
Già, perchè la mia vetrina su Artesanum si sta svuotando grazie anche una piccola inziativa riservata esclusivamente a chi mi segue su Facebook (a proposito, voi che aspettate??), per fare posto a tante cose nuove. Ci sono cose che non spariranno, come le spille da scialle, anzi si arricchiranno di nuovi esemplari, cose che continuerò a fare su vostra richiesta, ma ci saranno anche delle novità.
Come questo piccolissimo paio di orecchini, realizzati in un solo pezzo insieme alla monachella, in argento 925:


Sono davvero minimal, ma questo è il mio segno distintivo! Sono orecchini comodi da indossare tutti i giorni, come un piccolo punto luce, perchè l'argento è davvero molto luminoso e dunque pur essendo piccolini si fanno notare!


Questa forma la troverete anche in rame e arricchita da altri particolari. Intanto questo è la prima novità!
Presto anche su Artesanum!

venerdì 7 gennaio 2011

Modelli a maglia: chicche da Lark Crafts

Lark Crafts è una casa editrice americana specializzata in libri di craft. Dimenticate lo stile dei libri che vengono pubblicati da noi, questi sono libri tra i più belli su cui avrete mai posato gli occhi!
In più lo stile Lark Crafts presuppone una forte presenza in rete, fatta di collaborazioni importanti con esperte creative che si prestano come blogger per animarne il bellissimo sito. I blog sono divisi per argomenti, gli stessi trattatati dalle pubblicazioni: gioielli, cucito, maglia e uncinetto (needlearts), craft, e una sezione di "Varie" che spazia dalla cucina al riciclo.
E come si fa a promuovere le proprie pubblicazioni? ovviamente mostrando dei piccoli estratti di ciò che contengono, estratti che ci vengono donati una volta alla settimana nei Free Project Fridays.
Dal libro Luxe Knits: the accessories hanno estratto per noi un cappellino delizioso e una intrigante cappa reversibile lavorata bottom-up.


Un sito sicuramente da tenere sott'occhio perchè propone una incredibile quantità di contenuti di qualità!

mercoledì 5 gennaio 2011

Vendo dunque bloggo

Sempre più si fa strada in chi gestisce gli e-shop l'idea che è necessario e fondamentale fornire agli utenti/clienti contenuti esclusivi, rilevanti e in tema con i propri prodotti. Sempre più a questo scopo vengono utilizzati i social network e i blog. No, non illudetevi! Non in Italia... sono veramente pochissimi i negozi online che offrono contenuti extra ai propri clienti, mentre in altre realtà questa pratica è ormai la regola.
Non ci si affida al caso per gestire questi contenuti, ma a bloggers professionisti, esperti nelle tecniche e nei materiali, che a volte si ha la fortuna di trovare nel proprio staff ma che spessissimo si cercano e si trovano al di fuori. I blog che affiancano gli e-shop servono a fidelizzare la clientela, a mostrare l'uso di materiali particolari, a creare un rapporto diretto e più amichevole con chi acquista. E' una scelta che si rivela vincente perchè non è raro che si arrivi al negozio proprio attraverso altri contenuti, siano essi social oppure proprio attraverso un blog, un tutorial, un articolo.
Ultimi in ordine di tempo sono i blog di Fusion Beads (che già possedeva un vastissimo apparato di contenuti all'interno del sito di vendita) e quello di Beads Unlimited.

Foto tratta da The Creative Room

The Creative Room è il blog di Fusion Beads, una ulteriore cassa di risonanza per i prodotti, le tecniche e i tutorial che già vengono proposti in abbondanza sul sito dell'e-shop.

Foto tratta da BeadBarmy

BeadBarmy è il blog di Beads Unlimited, più ricco del precedente: presenta concorsi, tecniche, prodottie notizie che hanno a che fare col mondo delle perline e della creazione di bijoux.

Foto tratta da Beads Trends

E per ultimo, tanto per ricordarci che le nostrane riviste non sono solo per la maggior parte inutili ma anche antichissime, vi faccio conoscere il blog di Beads Trends, una rivista dedicata a tutto ciò che è bijoux. Grafica molto pulita e piacevole, contenuti interessanti: tutorial, concorsi, designers, molte belle foto.

lunedì 3 gennaio 2011

Un cuore per il nuovo anno

L'ultima foto dell'anno vecchio e la prima dell'anno nuovo, un cuore per dire grazie a voi che avete reso quest'anno speciale e che renderete il prossimo ancora più speciale, e per dirvi che siete tutte nel mio! E per augurarvi un 2011 ricco di soddisfazioni ma soprattutto sereno!


Gli orecchini montano delle rondelline di chrysotine e finiscono con un cuoricino in rame fatto a mano e martellato. Anche la monachella e l'anellino sono fatti a mano.

Mi piace moltissimo come il verde un po' acido delle pietre contrasti e illumini il rame anticato.
Disponibili da stamattina su Artesanum!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails