lunedì 29 settembre 2014

Collana, coppette, colore

Le collane sono la mia bestia nera, lo confesso. Sono sempre in ansia perché non riesco a lavorarci come mi piacerebbe. Per me la collana è un oggetto complesso di solito, costruito sempre intorno ad un centrale. Che spesso nasce per caso, dall'accostamento di elementi già esistenti, creati senza uno scopo preciso. Dico sempre che faccio puzzle, più che avere in mente un design. E' una cosa che odio di me, ma ormai ne sono consapevole, è un mio limite e lo devo accettare. 
E' anche vero che a volte questo accostare elementi mi porta a fortunate intuizioni. Metti che sul tavolo ho una coppetta dalla forma ovale fatta per vedere come si fa. Poi l'ho patinata di rosso, sempre per vedere come si fa :) Poi ho anche una coppetta "normale" tonda, di dimensioni un po' più grandi di quelle che faccio di solito per gli orecchini. Le metto vicine e penso: ma guarda che carine, sarebbero un bel centrale per una collana...

Collana forgiata a mano in rame con tormaline

A quel punto però devo aggiungere una terza coppetta di colore, forma e dimensione giuste, guidata dalle belle tormaline che ho scelto di montare per completare la collana, dei sassetti irregolari dai colori autunnali e bellissimi. E poi una chiusura, una chiusura sul davanti, ma piccola e discreta che non tolga importanza al pendente.

Chiusura collana fatta a mano in rame

Ed eccola qua. Una delle mie "composizioni". Una di quelle delle quali sono molto felice, perché la sento giusta, armonica in ogni particolare. Nei colori delle patine e delle pietre, nelle forme. Questa tridimensionalità che regala la forgiatura ormai è quasi imprescindibile, anche se è solo accennata, come in altre cose che ho fatto di recente, oppure frutto di lungo lavoro come in questo caso.

Collana in rame con patine e tormaline, centrale forgiato

C_026
Rame, tormaline, patine



mercoledì 24 settembre 2014

Oreno 2014, quattro giorni straordinari

E' già mercoledì. Non so se certe cose vanno fatte a caldo ma, forse sarà l'età, io non riesco più a riprendermi facilmente dalle emozioni e dalla stanchezza. Però è già mercoledì e non posso far passare un altro giorno senza raccontarvi, senza ringraziarvi, senza dirvi cosa ho nel cuore. Vorrei poter avere un'immagine per ogni emozione, per potervele mostrare così, semplicemente. Invece le immagini le ho ferme qui sulla retina, nella testa e nel cuore. E per una volta non è così facile trasformarle in parole.

Sagra della patata Oreno 2014
Il nostro banco nel secondo fine settimana di Sagra della Patata 2014

Vedo i vostri volti, sorrisi, mani. Vedo persone sconosciute emozionarsi per me. Vedo occhi illuminarsi, sento le vostre parole e il vostro incoraggiamento, il vostro entusiasmo, la vostra voglia di sentirmi raccontare. Vedo la vostra indulgenza per le mie mancanze, se non ricordo un nome o un viso, se ci metto mille anni a fare un pacchetto, se faccio i conti con la calcolatrice, se comincio a parlare e non smetto più. Vedo persone venute da lontano. Vedo persone che non avevano la minima idea di chi fossi lasciare il nostro banco con un grande sorriso, le vedo tornare con le amiche, le mamme o le figlie. Le vedo tornare il giorno dopo indossando i miei orecchini o la mia collana. Vedo ragazzi che prendono decisi un regalo per la moglie o la fidanzata. Vedo chi si ferma solo per dire: "Che bello che ci siete, in mezzo a troppe cose tutte uguali alla fine c'è qualcosa che vale la pena di vedere". Vedo chi si innamora a prima vista di qualcosa e non esita un istante. Vedo la delusione di chi non trova più il pezzo che gli piaceva. Vedo chi prova tutto e non riesce a scegliere. Vedo, sento, e vi sorrido e continuo a ripetere grazie, consapevole che non basta e non basterà mai, ma non ho altre parole.

Orecchini in rame e argento, foldforming e patina rossa
Uno dei pezzi unici che ho portato con me: orecchini in rame e argento, chasing on air e patina rossa

Grazie perché sono stati quattro giorni faticosi e straordinari, che mi hanno costretta a guardarmi dentro e a guardare il mio lavoro con occhi diversi. Grazie per ogni mio pezzo che adesso è nelle vostre mani e sarà indossato, regalato, amato. Grazie per ogni parola che mi avete detto. Grazie per avermi fatto capire cosa devo fare. Grazie per avermi resa orgogliosa di me e di chi sono. Grazie per aver dato senso ancora una volta alla mia fatica e al mio lavoro. Grazie per il dono della vostra stima. Grazie perché avevo bisogno di specchiarmi nei vostri occhi.

Fossalonart e Beads and Tricks a Oreno 2014
Con un pezzo così come si poteva non fermarsi? :) Scultura di Fossalonart

In questa avventura come sapete non ero da sola. Ad Alberto (FossalonArt) devo dire un immenso grazie: per aver diviso con me spazio, fatica e lavoro. Per avermi incoraggiata sempre e aver sopportato le mie ansie e paure. Perché crede in me, spesso più di quanto ci creda io.

E dopo tutto questo cosa posso dirvi? Solo che spero di potervi incontrare ancora molto presto, che cercherò di fare sempre del mio meglio per meritare tutto questo affetto. Che lavorerò tanto :)



martedì 16 settembre 2014

Un pezzo unico: orecchini e agata

A volte parlare di pezzo unico sembra pretenzioso. Però di sicuro ci sono oggetti che è impossibile riprodurre, vuoi per la particolare lavorazione, vuoi per l'inserimento di elementi che sono unici di per sé. Oggi vi presento un paio di orecchini che per me sono una vera novità, un genere di lavoro che non avevo mai fatto, qualcosa su cui volevo prima o poi misurarmi ma che ancora non so se sia nelle mie corde e fino a che punto posso rendere davvero mia.

Orecchini con agata incastonata, rame e argento 925

Pezzo unico per diversi motivi: per l'elemento in rame reticolato, per le pietre di agata blu dalla forma molto particolare e irregolare, per il castone in rame che ne segue i contorni. Il modello è piuttosto classico: un pendente con pietra incastonata, montato su una piccola base tonda.

Orecchini in rame, agata blu e argento 925

Ma a guardarli nell'insieme questi orecchini hanno qualcosa di fresco, forse per la forma particolare del castone che segue i contorni della pietra ma ne enfatizza la forma con le due punte che ho modellato agli angoli. Oppure per i rilievi del tutto casuali del rame reticolato, un elemento materico che sto apprezzando sempre di più e che da' carattere anche alle forme più semplici. O forse è tutto l'insieme, e il bel colore blu dell'agata che si sposa perfettamente al rame anticato.
Queste pietre sono diverse fra loro com'è ovvio che sia, e hanno delle belle trasparenze che ho voluto salvaguardare ritagliando una finestra sul retro del castone in modo che la luce potesse passare liberamente.

Castone in rame con agata

O_131
Rame, argento 925, agata
Pezzo unico - non disponibile 



lunedì 8 settembre 2014

Bracciale in ottone e argento

Ve li ricordate i piccoli orecchini a goccia con le ametiste che qualche tempo vi hanno entusiasmati tanto? E' vero che quel genere di gioiello, semplice e di piccole dimensioni, è proprio il mio genere, quello che indosso di solito e quello con cui mi sento più a mio agio. Ma è anche vero che il feedback che ricevo da voi coi vostri commenti, i like e le richieste, è fondamentale per il mio lavoro. E grazie all'entusiasmo che mi avete dimostrato, quest'estate ho lavorato molto su quei materiali e quei concetti. Ne è nata una serie di oggetti delicati, nei quali ho giocato con forme basiche cercando di far parlare più i materiali e la lavorazione che non la decorazione intesa come aggiunta di elementi. Oggi vi mostro un bracciale realizzato in ottone similoro e argento .925 dove è protagonista una piccola goccia di ottone.

Bracciale in argento 925 con goccia in ottone similoro

Volendo, come avevo fatto negli orecchini, si possono anche aggiungere le pietre (ametista, labradorite, pietra di luna...) ma questo primo l'ho lasciato semplice. La goccia è collegata alla catena attraverso due anellini fatti a mano e saldati sul retro. Anche la chiusura è realizzata a mano sempre in argento.

Bracciale in argento 925 e ottone similoro

Anche questo bracciale è tra le novità che porterò con me questo fine settimana (sabato 13 e  domenica 14) e il prossimo alla Sagra della Patata di Oreno a Vimercate. Vi aspetto! :)

BR_011
Argento .925 e ottone similoro




mercoledì 3 settembre 2014

Nuove spille e altre novità

Sono ormai tre anni che all'inizio di settembre vi presento una nuova spilla. Non solo una nuova creazione ma proprio un nuovo genere di spille da scialle, completamente diverse dalle precedenti che ho realizzato. Due anni fa vi ho presentato le prime spille realizzate in lamina di rame, l'anno scorso le fibule. E quest'anno la fibula si evolve un po', e non è solo fatta col filo di metallo, ma presenta elementi in lamina forgiata, o lavorata a foldforming.

Spilla da scialle fibula con elemento forgiato a mano

Oggi vi mostro la prima di queste novità: in questa spilla è stato inserito un elemento decorativo in lamina forgiata, dal movimento morbido che ricorda quello di una conchiglia allungata. Questa forma è assolutamente naturale, ottenuta soltanto col martello, l'unica forzatura è stata poi ancorarla al filo che forma il corpo della fibula. 

Spilla da scialle in rame chiusa (fibula)

Insieme a molti pezzi nuovi sui quali ho lavorato quest'estate, questa spilla potrete vederla presto dal vivo. Per la seconda volta, anche quest'anno parteciperò ad un evento fra i più attesi della Brianza: la Sagra della Patata di Oreno - Vimercate (MB)
Mancano ancora dieci giorni e io sono ancora immersa nei preparativi... e nell'ansia che sempre mi accompagna prima di questi eventi. Si tratta di una festa importante e molto partecipata, che si svolge per due fine settimana consecutivi. Le viuzze del borgo di Oreno si animano di rievocazioni medievali, sfilate, dama vivente e tantissime altre iniziative e spettacoli. Dirvi che vi aspetto ovviamente è sott'inteso... ma vi aspetto!! 

13/14 settembre
20/21 settembre

Trovate il programma della Sagra sfogliabile qui.
E se mi seguirete su Facebook sarete sempre aggiornati in tempo reale!

Sagra della patata di Oreno di Vimercate settembre 2014




lunedì 1 settembre 2014

Una montatura particolare

Perché va bene l'elemento focale di un pezzo, va bene che sia bello e curato, va bene che sia il più originale possibile, ma se poi è montato in maniera banale per me viene vanificato tutto il lavoro per realizzarlo. Ecco perché ci sono delle volte che prima di montare un pezzo aspetto tempi eterni. Devo essere convinta che il modo di finirlo lo valorizzi.

Orecchini in rame e argento, foldforming

Questi orecchini sono lavorati a foldforming, in una delle forme che ho studiato lo scorso anno e che mi piacciono di più perché sono meno ovvie e meno viste di tutte le altre. Ma la particolarità sta nella montatura, che come in questo altro esempio, rende l'orecchino unico. Il gancio in argento è saldato e la curva che fa è molto stretta per portare il pezzo molto vicino al lobo.

Orecchini lavorati a foldforming, rame e argento 925

Il gancio continua a scendere sul davanti, dando l'impressione di un fiore col suo stelo. La difficoltà nel fare percepire questi pezzi solo con le foto è notevole, ma in questo caso lo è anche esporli.
Sto preparando il prossimo mercatino (a breve vi darò tutte le notizie!!) e devo dire che per molti dei miei pezzi ho questo problema... Devono essere presi in mano, guardati da tutte le angolazioni e poi soprattutto indossati. Ed esporli in modo che colpiscano l'attenzione è davvero difficile.

Orecchini rame, argento 925, foldforming

O_120
Rame, argento .925, foldforming




martedì 26 agosto 2014

Un semplice anello

Mentre lavoravo ai campioni da portare al primo workshop interamente dedicato alla realizzazione di anelli mi è venuta voglia di utilizzare una lastrina di uno spessore un po' più importante di quelle che uso di solito. Per gli anelli gli spessori dai 6 decimi in poi sono perfetti perché tengono molto bene la forma permettendo di creare anche semplicissime fasce lisce, saldate o no dipende dal gusto e dalle competenze di ognuno.

Anello a fascia in rame con pietra di luna

Ho tagliato una striscia di rame e l'ho semplicemente avvolta sul mandrino per realizzare la misura desiderata poi, non volendola lasciare proprio senza alcuna decorazione, ho cominciato a martellare leggermente il bordo. Dato lo spessore, queste martellate hanno creato una texture sul bordo e allo stesso tempo hanno anche creato delle leggere increspature sulla fascia, come fosse un nastro.
La decorazione dell'anello non potrebbe essere più semplice ma allo stesso tempo non semplicissima da realizzare: ho avvolto la parte terminale della fascia creando un tubicino e alle due estremità ho inserito due piccole rondelle di pietra di luna.

Anello con pietra di luna e rame forgiato

Le pietre sono tenute ferme dalla tensione del filo di rame che le attraversa. Non è stato facile realizzare questa costruzione perché queste rondelle hanno un foro piccolissimo. Ma alla fine il risultato, nella sua estrema pulizia e semplicità, è proprio come piace a me.


A_028
Rame e pietra di luna


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails